Allevamento e vendita anatre germanate (germani) Demis Cicognani

Allevamento e vendita anatre germanate (germani)

Demis Cicognani

Germano reale

Maschio di germano reale

Il germano reale, da cui discende tramite incroci l'anatra germanata fa parte della famiglia degli Anatidi della quale è la razza selvatica più diffusa e numerosa in natura.
Vive nelle zone umide con acqua dolce: laghi e fiumi caldi, paludi e stagni. È diffusa nelle regioni temperate e subtropicali in America settentrionale, Europa, e Asia. I germani reali sono stati anche introdotti in Nuova Zelanda e in Australia. Possono vivere dal livello del mare fino a 2000 metri d'altitudine.
Si nutre di piante (acquatiche e terrestri come alge, semi, germogli, granaglie e bacche) e piccoli animali acquatici dalla superficie dell'acqua (insetti e loro larve e vermi) o dai fondali più bassi (molluschi, crostacei, sanguisughe, girini, avannotti e piccoli pesci).

Caratteristiche fisiche e piumaggio

Le caratteristiche fisiche sono del tutto simili a quelle delle anatre germanate.

Informazioni per la caccia al germano reale

Il verso del maschio è un calmo yeeb, mentre nel corteggiamento emette qualcosa di simile a fefev-fefev-fefev. La femmina spesso emette rumorosamente un qua qua qua che diventa un que èh-èh-èh quando vuole indicare ai maschi che non è disponibile per l'accoppiamento. Per difendersi e difendere i piccoli da pericoli o predatori si agita sbattendo le ali e si scaglia addosso ai nemici.

Il germano reale normalmente vive in compagnia, ma diventa più solitario durante la stagione degli amori. Vola in modo rapido con brevi battiti d'ala poco profondi. È in grado di alzarsi in volo dall'acqua quasi verticalmente. Quando viene disturbato, rimane in acqua aperta durante il giorno e va a procurarsi il cibo solo durante la sera e la notte.

In Italia il germano reale nidifica e spesso è stazionario. I germani reali migratrici passano da settembre a novembre e in febbraio-marzo.

La caccia è solitamente di attesa da appostamento, vagante con o senza il cane, utilizzando cartucce con pallini dei nn. 7, 6 e 5.